logo

Incontro con i comunisti italiani e Oliviero Diliberto PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Venerdì 26 Giugno 2015 00:51

Una delegazione del Partito Comunista (PC) composta dal segretario Massimiliano Ay,  dal vicesegretario Alessandro Lucchini e da Janosch Schnider, membro della Direzione del Partito, è stata ospite nei giorni scorsi a Roma presso gli uffici del Partito Comunista d’Italia (PCdI), la cui delegazione era guidata dallo storico Alexander Höbel, membro della Direzione Nazionale. Dopo anni di frantumazione delle forze di sinistra, i comunisti italiani, che ancora fino a una decina di anni fa erano addirittura al governo del Paese, hanno spiegato la loro strategia di unificazione della sinistra. Nell’incontro si sono affrontati anche questioni relative al lavoro nei sindacati e la necessità di costruire forme di integrazione alternative all’Unione Europea. La tesi del PC di spingere la Svizzera ad aprirsi ai BRICS in alternativa ai diktat di Bruxelles e di difesa del concetto di neutralità ha in tal senso suscitato molto interesse nei comunisti italiani.

Leggi tutto...
 
Un'integrazione euro-mediterranea in alternativa all'UE? PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Giovedì 25 Giugno 2015 18:03

Nei giorni scorsi si è svolta presso la sede nazionale dell'Unione Sindacale di Base (USB), uno dei più combattivi sindacati operai italiani, un incontro fra una delegazione del Partito Comunista guidata dal segretario politico e deputato Massimiliano Ay, dall'economista Alessandro Lucchini, vicesegretario del Partito e dal membro di direzione Janosch Schnider con Pierpaolo Leonardi, dirigente dell'USB e segretario generale dell'Unione Sindacale Internazionale del Servizio Pubblico e con Luciano Vasapollo, professore universitario di analisi economica a Roma e all'Avana, nonché direttore del Centro Studi sulle Trasformazioni Economico-Sociali (CESTES) di Roma.

Leggi tutto...
 
Due vice-segretari per il PC. Forse una candidatura agli Stati. PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Martedì 26 Maggio 2015 05:11

Si è riunita nel week-end la Conferenza d'Organizzazione del Partito Comunista che si è occupata dell’analisi dei risultati elettorali dello scorso appuntamento di aprile e per delineare l’impostazione futura del lavoro dei comunisti a livello istituzionale e sul territorio. Il Partito Comunista (già Partito del Lavoro) è tornato in Gran Consiglio dopo anni di assenza: se nel 2003 infatti il deputato comunista era stato eletto grazie alla congiunzione con il PS, bisogna risalire addirittura al 1987 per vedere un risultato così importante per i comunisti e per l’intera sinistra critica. I militanti presenti a Lugano hanno discusso su aspetti positivi e limiti della campagna elettorale da poco terminata e hanno accolto alcuni nuovi iscritti al Partito.

Leggi tutto...
 
La Federazione Sindacale Mondiale incontra il Partito Comunista PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Domenica 14 Giugno 2015 19:40

Si è da poco concluso a Ginevra il 9° Consiglio Presidenziale della Federazione Sindacale Mondiale (FSM), riunitosi a margine della 104.a sessione della Conferenza Internazionale del Lavoro presso le Nazioni Unite. Espressamente invitato ad assistere ai lavori della FSM era quest’anno anche il neo-eletto deputato in Granconsiglio Massimiliano Ay, segretario politico del Partito Comunista (PC), che dopo un intervento in plenaria ha avuto un colloquio con George Mavrikos, segretario generale della FSM.

 

Leggi tutto...
 
Peggiorano ancora le condizioni di lavoro alla Posta! PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Mercoledì 01 Aprile 2015 17:45

Il Partito Comunista ha preso atto con preoccupazione del nuovo contratto collettivo di lavoro (CCL) previsto presso la Posta, il quale rappresenta sotto diversi aspetti un peggioramento della situazione complessiva per numerosi lavoratori. Condanniamo anzitutto che alcuni impiegati postali siano posti al di fuori del campo di applicazione del nuovo CCL: è un modo per indebolire i rapporti di forza dei salariati e per aumentarne la precarietà. Che lo faccia un’azienda della Confederazione è un segnale estremamente negativo e in contraddizione con lo slogan tanto sbandierato della presunta responsabilità sociale dello Stato e del padronato.

Leggi tutto...
 



Created by P-Live. Ticino Top - classifica blog e siti ticinesi